Nino

Ah … il tempo mio nemico e strano …

Kunsthaus Graz 28 febbraio 2015

Filed under: Filosofia,Intrattenimento — czz56 @ 18:41
Tags:
Kunsthaus Graz

La Kunsthaus Graz (casa dell’arte) è un museo d’arte a Graz, in Austria.

Progettata dagli architetti inglesi Peter Cook e Colin Fournier ed inaugurata nel 2003, nell’anno in cui Graz era la capitale europea della cultura, è considerata il simbolo della Graz moderna.

L’edifico, a forma di bolla, è coperto da una pelle di 1.066 elementi di plexiglas ed è denominato anche friendly alien per la sua forma bizzarra; di sera, la sua facciata si illumina e trasmette dei segnali luminosi, mentre di giorno la luce è risucchiata da alcune finestre rivolte al nord, tranne una diretta verso est, in direzione del simbolo storico di Graz, la Torre dell’Orologio (Uhrturm).

La struttura, nella sua forma e nei materiali utilizzati, mostra la volontà di distaccarsi coscientemente dalle case antiche dell’area circostante, con le loro tipiche tegole di cotto rosso, ma, tuttavia, si inserisce con molto rispetto verso l’antico. L’edificio ospita continuamente mostre d’arte moderna, anche grazie alla sua superficie gestita in maniera ottimale, che consente di dedicare due piani alle sole opere dell’ultimo cinquantennio; al suo interno si trovano anche un negozio, un ristorante, la medialounge e la Camera Austria, un’istituzione che organizza mostre e gestisce l’omonima rivista di fotografia.

… wikipedia …

 

Annunci
 

Personale Fotografica – Bagnara Calabra 1 febbraio 2015

Filed under: Intrattenimento — czz56 @ 15:27
Tags:

Personale Fotografica allestita presso il Palazzo Comunale di

Bagnara Calabra (Reggio Calabria) 28-31 Maggio 2008 –

– Intuizioni e Rotte – “Obiettivo sulle Tracce del Tempo e della Storia”.
Commento
Le fotografie esposte sono un testimonial del Carpe Diem che accompagna il mio “tempo”.
Le immagini proposte tracciano un sentiero da percorrere per raggiungere le leggi della convivenza e per proporre una autentica civiltà e cultura integrata dall’arte: un messaggio razionale, intellettuale, comunque ricco di sensibilità e di irrazionalità che consente al viandante  di viaggiare nell’iperrealismo dove il pensiero diventa creatura immersa nel “cosmico”.

(… viandante, chi segue un cammino non si dirige verso qualcosa di connotabile fisicamente, verso un “luogo” reale, tangibile; al contrario, egli è un avventuriero dello spirito, un essere che va alla ricerca di sé stesso, o meglio dell’indefinibile, di ciò di cui una lontana eco del proprio animo rende certi dell’esistenza, ma che sfugge ad ogni più rigorosa disamina razionale …)

Io reputo che la fotografia è un invenzione della mente, con cui un artista riesce a superare i confini delle realtà convenzionali, ed attraverso un particolare linguaggio fatto di forme, funzioni, atti linguistici ed un simbolismo individuale riesce a guardare al passato e vivere il presente con equilibrio ed armonia.

 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: